1. Home
  2. Novità ed Eventi
  3. ARBOS 5130 vince il Red Dot award 2017

Novità ed Eventi

Aprile 04 - 2017

ARBOS 5130 vince il Red Dot award 2017

Il trattore della Serie 5000 è stato premiato nella categoria Product Design ad ulteriore dimostrazione della qualità del progetto. Orgoglio e soddisfazione per il management di ARBOS.


E’ ufficiale: grazie ad un costante e impegnativo lavoro di squadra, che ha saputo coniugare la cultura del design occidentale e orientale, ARBOS ha vinto il Red Dot Award nella categoria Product Design. Il modello 5130 della Serie ARBOS 5000 ora può fregiarsi di uno dei maggiori e più importanti premi per il design a livello mondiale. Istituito nel 1955 in Germania, il Red Dot prevede la valutazione, da parte di una giuria composta da esperti internazionali di design e comunicazione, dei prodotti in gara con lo scopo di onorare le capacità delle aziende e dei loro progettisti.


La forza del team
Le vittorie non arrivano mai per caso. E anche la conquista di Red Dot trova la sua ragion d’essere in un importante e incessante lavoro di squadra. Progettato in Italia per il mercato globale, ARBOS 5130 è il frutto di un dialogo continuo tra Oriente e Occidente. Lo sforzo condiviso e la profonda esperienza di tutti coloro che hanno lavorato alla definizione del design della Serie 5000 sono stati determinanti per la realizzazione di un prodotto pluripremiato.
Un grande progetto partito da un semplice bozzetto nell’inverno 2011 e arrivato, in questi anni, ad ARBOS 5130, un trattore che non è soltanto uno strumento di lavoro apprezzato, ma anche un prodotto capace di appagare l’agricoltore per il suo stile e per gli abbinamenti dei colori.
Un lavoro di squadra in cui tutti gli esperti coinvolti hanno contribuito: la creatività di una società di design e progettazione come Envision, presieduta da Harry Uden, si è unita al gusto per il bello e per i colori degli esperti di ARBOS Engineering e Master Studio in Italia. L’applicazione delle linee guida del design globale del settore automobilistico ha fatto il resto.
Per la progettazione sono state utilizzate le migliori pratiche del settore automobilistico; pratiche che hanno portato alla creazione di un design distintivo ed equilibrato, dalle eleganti linee, dall’apprezzatissimo colore verde tecno che insieme al bianco perla ripresentano in chiave moderna i colori originali del glorioso marchio ARBOS. Gli standard elevati del settore automobilistico sono stati applicati anche nella definizione della struttura e del design della cabina, arricchita da una scelta di colori tipici delle auto di alta gamma. Un design che sarà la base da cui partire nei progetti futuri del team ARBOS.


The winner is… ARBOS 5130
Destinato al pieno campo, ARBOS 5130 ha uno stile accattivante, moderno e distintivo e monta un 4 cilindri Kohler Tier IV Final da 136 CV; il cambio è un semi-powershift sincronizzato. Una serie di caratteristiche lo rendono - al contempo - elegante, pratico e all’avanguardia, a cominciare dal frontale con la fascia fari integrata che ne incornicia il logo, per poi passare ai pannelli laterali bianco-perlati, che creano un piacevole contrasto con la livrea verde ARBOS. Ma non è tutto. Elementi distintivi del 5130 sono anche le “aggressive” feritoie “a branchia di squalo” dei pannelli laterali: facilmente rimovibili, sono progettate per ottimizzare il deflusso dell’aria. Il razionale sistema di apertura/chiusura facilita invece la manutenzione ordinaria coniugando, ancora una volta, design e funzionalità.
In cabina è immediatamente riconoscibile lo stile mutuato dalle auto, ne sono la prova i colori eleganti degli interni. Ed è proprio nel design della cabina che emerge l’approccio ingegneristico all’avanguardia, perché tutto è pensato per garantire comfort e sicurezza all’operatore: la struttura che distribuisce le sollecitazioni su tutta la superficie rende il trattore più sicuro, mentre il peso inferiore di un terzo rispetto alle soluzioni tradizionali permette una vantaggiosa ottimizzazione del rapporto peso/potenza.
Il parabrezza curvo, i robusti montanti, il sottile profilo del tetto e i fari di lavoro anteriori e posteriori, unitamente agli altri elementi già menzionati, si ritrovano in tutta la Serie 5000, di cui non si può che apprezzare il forte carattere.